LA NOSTRA IDEA: Mettiamo Oristano al centro dello sviluppo Unisciti a noi

Bruno Atzori Sigurani

Guardiamo al futuro.

Oristano è al centro della Sardegna e del Mediterraneo e questo deve corrispondere agli obiettivi da raggiungere per valorizzare le eccellenze del territorio, dal punto di vista delle produzioni agroalimentari, turistiche, sportive e culturali.

Questi sono i miei obiettivi.

Il mio impegno è fare leva sulle eccellenze per migliorare l’economia, per attrarre turismo e investimenti e di conseguenza migliorare la vivibilità della città e del territorio, delle borgate e della provincia.

Le eccellenze enogastronomiche, come la vernaccia di oristano, riconosciuto al Vinitaly come miglio vino italiano con 97/100, Olii coltivati negli oliveti delle nostre borgate pluripremiati, senza dimenticare le eccellenze delle produzioni agricole e risicole che arrivano sulle tavole nazionali, oltre ai risultati sportivi che degli atleti Oristanesi premiati con la medaglia d’Oro nelle ultime Olimpiadi, e le grandi scoperte archeologiche che portano visibilità alla Città e al suo territorio, l’importanza della nostra Sartiglia che attira migliaia di spettatori, ma ancora pochi turisti.

Il punto di partenza è sostenere il polo Universitario che attira giovani e meno giovani per formare le nuove competenze del futuro.

I corsi di Economia del Turismo, Enologia, Tecnica alimentare e archeologia, sono un grande investimento culturale per il futuro per sviluppare al meglio le produzioni di eccellenza e il turismo di qualità, con competenza e professionalità.

Una particolare attenzione va rivolta alle borgate, spesso dimenticate ma di grande importanza.

Torregrande, che aspetta da anni la sistemazione del porticciolo turistico, importante struttura per lo sviluppo del turismo nautico e per l’accoglienza delle imbarcazioni in transito, che nella costa occidentale, viene a mancare un sicuro approdo sulla rotta Bosa Carloforte.

Cosi come la ristrutturazione del camping, della zona grandi eventi e del decollo del complesso turistico-alberghiero con annesso campo da golf, che farebbe da forte attrattore per il turismo golfistico, che predilige mete con più campi da golf a poca distanza fra loro.

La riqualificazione del campo pratica di Sa Rodia del Club Sinis Golf con tre buche, darebbe un’ulteriore spinta al turismo golfistico che avrebbe anche un campo executive per l’avvio allo sport anche dei ragazzi delle scuole oristanesi.

Ma così come Massama, Nuraxinieddu, Donigala, San Quirico, Tiria, Palmas Arborea

Un altro progetto che mi sta a cuore e che è fermo da anni e il ILAB FOOD, gia finanziato da Sardegna Ricerche con 2 milioni ma ancora fermo. Il progetto di innovation lab seve alla sperimentazione di produzione e commercializzazione del settore agroalimentare, che se fosse realizzato presso il Mercato Civico, anch’esso fermo da tempo, potrebbe diventare un centro di eccellenza di sperimentazione e vendita delle eccellenze enogastronomiche del territorio, diventando, come succede in altre città, meta turistica alla scoperta delle produzioni locali.

Oristano e il Palazzo comunale deve essere come grande Hub dove trovare risposte ai bisogni dei cittadini, dove trovare un ufficio a disposizione di cittadini e imprenditori, per cogliere opportunità di finanziamenti comunali, regionali ed Europei, sportello già attivato ma poi soppresso.

Mettiamo Oristano al Centro della Sardegna e della Coalizione di Centro Destra

Scarica il mio programma